UN IMPEGNO PER IL BENE COMUNE

V d4e5b07b1d

Concorso DSGA

c 60dd5c14c6 bis

APPELLO CONTRO LA REGIONALIZZAZIONE

i caf7110a7f

CISL SCUOLA

cisl scuola

CISL TOSCANA

cisl toscana

USR TOSCANA

usr toscana

NewsLetter

Login Form

FaceBookTwitterGoogle+

I SINDACATI DELLA SCUOLA PER LO SBLOCCO DEL DECRETO "MISURE URGENTI PER I PRECARI"

01

 

A rischio il regolare avvio dell’anno scolastico se il Governo non rispetta gli impegni presi

Il 5 agosto si è svolto anche a Firenze, davanti alla Prefettura, il presidio organizzato da CISL SCUOLA, con FLC CGIL, SNALS CONFSAL e GILDA UNAMS per manifestare contro il blocco che il Decreto “Misure urgenti per i precari” ha subito durante l’ultimo Consiglio dei Ministri.
In Toscana, come nel resto del Paese, ci sono centinaia di precari che dall’11 giugno attendono l’attuazione dell’Intesa sottoscritta la notte del 24 aprile dai sindacati con il Ministro Bussetti e il Presidente del Consiglio Conte.

“Se non si interviene subito con lo sblocco e l’approvazione di questo Decreto” ha detto Giovanni Vannucci, Segretario Generale della Cisl Scuola Toscana “si riproporrà, ancora una volta, il solito scenario fatto di abnorme ricorso al lavoro precario; una condizione, questa, che da un lato danneggia i molti lavoratori costretti alla precarietà e dall’altro mina la continuità didattica, spesso invocata a parole ma compromessa nei fatti”.
L’attuazione dell’Intesa consentirebbe di dare avvio al PAS (percorsi abilitanti speciali) e al concorso straordinario per i docenti della scuola secondaria con 36 mesi di servizio, consentendo loro di essere assunti a tempo indeterminato; l’Intesa, inoltre, permetterebbe di adottare misure straordinarie per superare il precariato del personale ATA, compresi i facenti funzione di DSGA.
“Nella nostra regione” prosegue Giovanni Vannucci” su un contingente di 5444 posti da stabilizzare per l’anno scolastico 2019/2020 circa 1500 di questi saranno restituiti al mondo del precariato per mancanza di docenti abilitati nelle graduatorie da cui attingere per poter fare assunzioni a tempo indeterminato”.
Durante il sit-in una delegazione è stata ricevuta in Prefettura, che si è fatta carico di trasmettere le istanze sia al Ministero che al Governo in vista del Consiglio dei Ministri del 6 agosto.

NOI CISL

Iscriversi alla CISL

Labor TV

labor tv condivido