RINNOVO RSU 2018

Banner grazie 230 x 180 2

UN IMPEGNO PER IL BENE COMUNE

V d4e5b07b1d

CISL SCUOLA

cisl scuola

CISL TOSCANA

cisl toscana

USR TOSCANA

usr toscana

NewsLetter

Login Form

FaceBookTwitterGoogle+

Assenze per malattia, dal 13 gennaio le nuove fasce orarie per le visite di controllo

v 64fa576175Sulla Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 302 del 29 dicembre 2017 è stato pubblicato il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (dipartimento della Funzione Pubblica) n. 206 del 2017 con cui sono regolamentate le nuove modalità di svolgimento delle visite fiscali nonché di accertamento delle assenze per malattia dei dipendenti pubblici. L'art. 3 del decreto, rubricato "fasce orarie di reperibilità", prevede che "in caso di assenza per malattia, le fasce di reperibilità dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni sono fissate secondo i seguenti orari: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. L'obbligo sussiste anche nei giorni non lavorativi e festivi". 
Le disposizioni entreranno in vigore il 13 gennaio 2018. 
Rispetto al precedente DPCM 206/2009, espressamente abrogato dalle nuove disposizioni, segnaliamo che non è più previsto il venir meno dell'obbligo di reperibilità nel caso in cui sia stata effettuata la visita fiscale.

Cento appuntamenti per la scuola sabato 18 novembre. A Vicchio del Mugello l'iniziativa principale con i segretari generali

v ecc6e0da59Il 18 novembre FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola Rua e SNALS Confsal diffonderanno, con iniziative organizzate in tutta Italia, il Manifesto per la Scuola. La Scuola è aperta a tutti e a tutte, già presentato alla stampa giovedì scorso in concomitanza con l’apertura delle trattative per il rinnovo del contratto.
L‘appuntamento principale si svolgerà simbolicamente al Teatro Giotto di Vicchio (FI), comune di cui fa parte Barbiana, dove si è realizzata la straordinaria esperienza della scuola di Don Lorenzo Milani, della cui scomparsa ricorre quest’anno il cinquantesimo anniversario. 
Il Manifesto rilancia un’idea di scuola come bene comune che appartiene al Paese, aperta e inclusiva, pronta ad accogliere anche i “nuovi italiani” e chiunque viva nel nostro Paese; una scuola fondata sul pluralismo, sull’autonomia e la collegialità e che afferma la centralità della persona all’interno del processo educativo; che garantisce il diritto all’apprendimento a tutte e a tutti. 
In questa idea di Scuola, ispirata ai valori della Costituzione, è centrale lo studente, ma lo sono anche il lavoro e la professionalità di tutto il personale che, a diverso titolo, concorre alla progettazione e alla realizzazione del progetto educativo. 

Leggi tutto...

1° novembre, "Una riflessione per la Festa dei Santi" (di Ivo Lizzola)

s aad1a7ab64«C’era un mio vecchio parroco che, a proposito di questa celebrazione comprendente anche i non canonizzati, spiegava come renda giustizia a tutti i santi non riconosciuti come tali. Infinitamente più numerosi di quelli canonizzati, sono quanti, veramente, avevano tenuto viva la tradizione, rinnovata continuamente nelle pratiche quotidiane. Magari erano analfabeti, persone molto umili, nascoste. Avevano tenuto in serbo la fede per loro, i loro figli, le loro comunità, le loro realtà: quindi era giustissimo che ci fosse almeno un giorno per loro. Sottovalutiamo, a volte, questa santità silenziosa e nascosta. Non la sottovalutano oggi, secondo me, molti giovani, ma non solo loro perché la tenuta delle comunità dei credenti è legata a persone che riescano ad attestare la fede, a testimoniarla, dentro un tempo d’esodo com’è quello che stiamo vivendo, di grande passaggio, di disorientamento. E anche di ricerca culturale, etica di nuove forme di convivenza, di una nuova capacità dell’umano di cercare la propria verità, in tempi così complessi e confusi».

18 novembre, cento appuntamenti per la scuola. Iniziative unitarie promosse dai sindacati in tutte le proivince d'Italia

b 632ba3028fIn concomitanza con l'avvio della trattativa per il rinnovo del contratto i sindacati scuola promuovono, in base al mandato ricevuto dai direttivi unitari del 4 ottobre scorso, una giornata di iniziative da tenersi il 18 novembre prossimo, diffuse su tutti i territori per sottolineare il ruolo e il valore della scuola pubblica italiana a settant'anni dal varo della Costituzione e a cinquant'anni dalla morte di don Lorenzo Milani, protagonista della straordinaria esperienza educativa di Barbiana. Proprio per rendere omaggio alla sua figura una delle iniziative del 18 novembre prevede anche una visita a Barbiana dei segretari generali, impegnati nella mattinata in un’assemblea a Vicchio di Mugello.
Le iniziative del 18 novembre, per lo svolgimento delle quali si potrà fare riferimento a scuole particolarmente significative - per la problematicità del contesto in cui operano, per la loro riconosciuta eccellenza o per altre ragioni individuate come significative dalle strutture territoriali - dovranno favorire insieme alla partecipazione dei lavoratori della scuola il coinvolgimento e il confronto con la comunità in cui la scuola agisce e con chi è investito di ruoli di rappresentanza a livello politico e istituzionale. È comunque più in generale alla pubblica opinione che i sindacati intendono rivolgersi, sollecitando una maggiore attenzione della società per il grande "bene comune" rappresentato dalla scuola, che il manifesto in apertura definisce "risorsa fondamentale di crescita umana e civile per le persone e la società, una priorità su cui far convergere gli interessi dell’intera comunità nazionale".

Leggi tutto...

Rinnovo CCNL comparto “Istruzione e Ricerca”: i sindacati convocati all’ARAN il 9 novembre per l’inizio della trattativa

a f0453c04bf

L’ARAN ha formalmente inviato a Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola RUA, Snals Confsal e Gilda Unams la nota con la quale si comunica che è fissata per il giorno 9 novembre 2017, alle ore 15.00, la riunione per l’apertura delle trattative relative al rinnovo contrattuale del Comparto dell’Istruzione e della Ricerca relativa al triennio 2016-2018.

E’ stata accolta, pertanto, la richiesta della Cisl Scuola di avviare senza ulteriori attese - dopo un decennio - la trattativa per il rinnovo del CCNL.

E’ senz’altro un fatto positivo anche se accanto ai “tempi” c’è il problema delle risorse che dovranno essere tali da consentire un significativo incremento delle retribuzione di tutto il personale della scuola.

NOI CISL

Iscriversi alla CISL

Labor TV

labor tv condivido