LA SCUOLA C'È. LA SCUOLA È...

DECRETO LEGGE 29/10/2019 N. 126

D 59cdf7a83e

UN IMPEGNO PER IL BENE COMUNE

V d4e5b07b1d

Concorso DSGA

c 60dd5c14c6 bis

APPELLO CONTRO LA REGIONALIZZAZIONE

i caf7110a7f

CISL SCUOLA

cisl scuola

CISL TOSCANA

cisl toscana

USR TOSCANA

usr toscana

NewsLetter

Login Form

FaceBookTwitterGoogle+

PISTOIA 1° MAGGIO - Comizio di Maddalena Gissi

g 3a023f373c

Quest'anno abbiamo l'opportunità di poter ascoltare dal vivo il comizio che la nostra Segretaria Generale Nazionale della Cisl Scuola MADDALENA GISSI terrà il 1° maggio a Pistoia. 

Un evento, questo, molto importante e, oseremo dire, raro, poichè non tutti gli anni abbiamo la fortuna di avere e poter ascoltare la 1^ voce della nostra federazione sindacale fare il comizio nella più importante festa del mondo del lavoro sul nostro territorio regionale.
Siete, pertanto, tutti invitati a partecipare e a condividere questo storico momento facendo sentire la nostra presenza e il nostro supporto a colei che da sempre, ma in particolar modo in questi ultimi mesi, in queste ultime settimane, in questi ultimi giorni sta combattendo strenuamente contro il Governo e le sue logiche aberranti a tutela dei diritti dei lavoratori del nostro Comparto.
La CISL SCUOLA TOSCANA C'E'!!!

 

- IL VOLANTINO -

 

 

1° maggio - Festa dei lavoratori. "Lavoro, diritti, stato sociale"

P 13b5ccefd1Manifestazioni in tutta Italia, a Bologna quella nazionale. A Roma il tradizionale Concertone.

"Lavoro, diritti, stato sociale. La nostra Europa". Questo il tema scelto per celebrare il 1° maggio 2019 da CGIL, CISL e UIL.
Come di consueto la giornata vedrà manifestazioni unitarie in tutte le principali città italiane. Quella nazionale, con la partecipazione dei segretari generali Annamaria Furlan, Maurizio Landini e Carmelo Barbagallo, si svolgerà a Bologna.
Il comizio della manifestazione di Pistoia è affidato alla segretaria generale della Federazione CISL Scuola, Università e Ricerca Maddalena Gissi.

Volantino Pistoia

Volantino 1° Maggio

Gissi: seminario di oggi conferma che su regionalizzazione stiamo combattendo una battaglia giusta. Il documento finale

g 01986c1237Esce rafforzata dalla riflessione condotta questa mattina, col supporto di autorevoli esperti, la convinzione che contro progetti di regionalizzazione sbagliata stiamo facendo una battaglia giusta. Non in nome di un centralismo che non ci appartiene, ma a favore dell’uguaglianza, dell’unità, della coesione del Paese, che un sistema unitario nazionale di istruzione aiuta a costruire e rafforzare. È importante che sia stato messo in luce, da entrambi i nostri autorevoli interlocutori, il rischio che sia proprio l’autonomia delle istituzioni scolastiche una delle vittime predestinate di un regionalismo gravemente malinteso”.
Così la segretaria generale Maddalena Gissi nelle sue considerazioni conclusive al seminario della CISL Scuola dedicato al tema dell’autonomia differenziata svoltosi oggi a Roma all’Auditorium di via Rieti. Più che di conclusioni, si tratta come affermato dalla stessa Gissi di una ripartenza sostenuta da ulteriori motivazioni ed energie, per chiedere al Governo di fermarsi, di condurre quel supplemento di riflessione che appare a tutti indispensabile, soprattutto coinvolgendo finalmente l’intero Paese, a partire dal Parlamento, in una discussione fin qui condotta quasi in segreto con le sole Regioni interessate.

Leggi tutto...

Sciopero del 17 maggio e delle attività non obbligatorie: le proclamazioni

b 64c1d85ab8

«Porre le basi, anzitutto economiche, per un rinnovo contrattuale che dia risposte significative a un'emergenza salariale nota a tutti. Ad oggi per il personale del comparto istruzione e ricerca si profilano aumenti che sono meno della metà di quelli ottenuti col contratto precedente. Decisioni urgenti per evitare che la precarietà continui a dilagare, anziché ridursi. Obiettivo, rendere stabile il lavoro su decine e decine di migliaia di posti che non hanno nulla di "provvisorio", essendo invece indispensabili per l'ordinario svolgimento delle attività. Se si rimane fermi, il prossimo anno scolastico vedrà moltiplicarsi problemi e disagi. Per il personale ATA chiediamo di sbloccare le assunzioni e riattivare percorsi di mobilità professionale: tutte cose che non richiedono ingenti risorse né interventi di legge, ma solo idee chiare e volontà politica». Così Maddalena Gissi, segretaria generale Federazione CISL Scuola Università Ricerca.

Leggi tutto...

Un appello dei sindacati scuola e del mondo dell’associazionismo scolastico per fermare la regionalizzazione del sistema di istruzione

a 45883c49cd

I sindacati scuola e il mondo dell’associazionismo, con un appello diffuso oggi 15 febbraio, esprimono il loro più netto dissenso riguardo alla richiesta di ulteriori e particolari forme di autonomia in materia di istruzione avanzata dalle Regioni Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, a cui sono seguite quelle di altre regioni. Si tratta di un’ipotesi che pregiudica la tenuta unitaria del sistema nazionale in un contesto nel quale già esistono forti squilibri fra aree territoriali e regionali. I diritti dello stato sociale, sanciti nella Costituzione in materia di sanità, istruzione, lavoro, ambiente, salute, assistenza vanno garantiti in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale.
E' un appello alla mobilitazione rivolto al mondo della scuola e alla società civile per fermare un disegno politico disgregatore dell’unità e della coesione sociale del Paese.
L'appello sarà oggetto di discussione in tutti i luoghi di lavoro.

Quanti intendessero sottoscriverlo, come singoli o associazioni, possono farlo inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nome, cognome, qualifica, provincia di residenza, sede di servizio (se personale scolastico) o la proprio denominazione se si tratta di un'associazione.

NOI CISL

Iscriversi alla CISL

Labor TV

labor tv condivido